Una gita a Karlsruhe

 

Prima di tutto rivolgo un sentito ringraziamento a Castagnetti, Presidente del Club dell'Ondualto, per avere organizzato questa bella gita a Karlsruhe dove domenica 29 agosto si è svolto il campionato europeo degli ondulati e non solo. Erano esposti praticamente tutti gli uccelli, fatta eccezione per i canarini ed i silvani. Per me è stata una esperienza molto interessante che è valsa la pena vivere.

arrivati e.. subito a tavola

Quando Roberto Sabattini mi ha telefonato per invitarmi ad una mostra di ondulati ci sono rimasto un po' cosi... mi aveva illustrato il programma che prevedeva la partenza da Reggio Emilia alle ore 0,01 di sabato 28 con arrivo previsto per le ore 8 al fine di potere accedere fra i primi alla mostra scambio (tutti gli ondulisti erano equipaggiati con trasportino). Precedenti esperienze avevano consigliato agli organizzatori di prendere a nolo il mezzo con relativi conducenti ma, per quanto mi riguarda, non si è dimostrata la scelta migliore. A parte il fatto che siamo arrivati, non alle 8 ma alle 11, dopo aver percorso un lungo tratto, extra autostrada, molto discutibile. Siamo stati fortunati perchè la mostra-scambio apriva alle ore 14 e non alle 8 come ci si aspettava.  

La mostra scambio era organizzata in un modo abbastanza originale ed anche molto pratico. I soggetti erano contenuti in gabbiette recanti un talloncino con sopra scritto il nome dell'allevatore, i dati dell'uccello ed il prezzo. L'acquirente non doveva fare altro che prendersi la gabbietta e recarsi in segreteria dove avrebbero sgabbiato l'uccello ed incassato il relativo prezzo.

sala mostra scambio

cavalle mobili per giudizi

Qui a fianco una coppia di ondulati "elicottero" il cui proprietario li proponeva in vendita a 300 €. ed erano vendibili anche singolarmente al prezzo di 150 €. I soggetti in vendita erano in maggioranza ondulati ed ondulati inglesi (quasi tutti i colleghi hanno acquistato qualche pezzo) ma si trovavano anche altre specie. Molti diamanti del Gould, (anche belli) e nigrigenis nelle infinite mutazioni. Erano in vendita anche 4 coppie di A canus, ovviamente non puri. I prezzi mediamente erano al livello di quelli italiani a fronte di una qualità buona ma non eccellente. Non era presenti uccelli di taglia media e grande.

Per quanto riguarda la mostra espositiva invece....

 

 

 

(continua)